Tortillas, una cosa indespensabile per i messicani

La tortilla fa parte dell'identità culinaria dei messicani in tutto il mondo.È una componente fondamentale delle voglie che accompagnano i piatti festivi ed è un punto fermo della tradizione alimentare. La tortilla è la caratteristica più antica che contraddistingue la gastronomia latinoamericana, i messicani occupano il primo posto nel consumo di questa a livello globale poiché il 94% della popolazione del Messico la consuma quotidianamente con il cibo. Il modo in cui le tortillas si sono evolute in Messico è molto importante per capire la loro distribuzione oggi.


La tortilla è un accompagnamento gastronomico che esiste dal 500 a.C. circa, poiché nella regione di Oaxaca sono state trovate tracce di piatti di argilla per preparare le tortillas, che sono approssimativamente di quell'epoca. Il mais era la principale base alimentare delle civiltà mesoamericane, utilizzato in modi diversi. I conquistadores e i frati che convertirono gli indigeni identificarono la tortilla come pane di mais e credettero che fosse come un pane al forno o un pane senza volume. Il modo in cui sono sempre state preparate le tortillas di mais è con; mais, calce in polvere e acqua, cuocere il mais secco con la calce lentamente per qualche ora in modo che la buccia di mais sia morbida e poi il chicco venga lasciato riposare per poter essere macinato il giorno dopo, tutto questo processo è chiamato nixtamalization.


Le tecniche di preparazione della tortilla variavano notevolmente; nel caso delle tortillas preispaniche, l'impasto veniva modellato con mani pulite, quindi la forma era diversa. Nel 1904, Everardo Rodriguez e Luis Romero costruirono una macchina che poteva trasportare le tortillas fino al comale. Per tutta la prima metà del XX secolo sono apparsi nuovi e semimanuali modi di fare tortillas, come le idee ideate da Salvador Guzman nel 1935 e la fabbricazione di Félix Rábago nel 1936, entrambi costituiti da due piastre metalliche ma sostituendo la leva con un tergivetro che estende la pasta nixtamal nel foro circolare della piastra superiore, in modo che quando viene sollevata si ottiene il disco di pasta. Il suo utilizzo divenne popolare durante l'era della Nuova Spagna e, nell'era dell'indipendenza, era una risorsa di cui i guerriglieri avevano bisogno per sopravvivere. Negli anni '40, il tipo di mais cominciò ad essere industrializzato per una produzione che poteva evitare la domanda, e nel 1947, Fausto Celorio rivoluzionò il cibo messicano inventando la macchina per tortillas, che rese la preparazione delle tortillas molto più veloce.


Le tortillas sono state una parte fondamentale per i messicani perché è ciò che accompagna la maggior parte dei loro piatti, è sempre stato parte delle loro tradizioni gastronomiche e della loro cultura. Nel corso degli anni, il modo di creare le tortillas si è evoluto parecchio, dalla realizzazione a mano, alla creazione di una macchina in grado di coprire l'enorme richiesta dei messicani.



6 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti