4 Meraviglie del Messico

Huasteca potosina

L'huasteca potosina è una regione situata nello stato di San Luis Potosi, formata da 20 comuni. L'Huasteca è stata protagonista di diversi momenti della storia messicana, per questo ha una ricca storia culturale. La cosa speciale di questa regione è l'ecosistema del deserto e della giungla, poiché ha troppa flora e fauna con paesaggi incredibili. Ha la cascata del Tamul, il Sótano de las Golondrinas, la Laguna de la Media Luna e persino il sito archeologico di Tamtoc. Nella Huasteca c'è lo Zacahuil Huasteco, che è un tamale gigante, fatto con pasta corta e di solito è fatto di carne di maiale o di pollo, e può sfamare fino a 50 persone.



Hierve el Agua

Hierve el Agua è un sistema di cascate pietrificate, formate da carbonato di calcio.

Le cascate sono di origine naturale e si sono formate molto tempo fa per il deflusso di acqua ad alto contenuto minerale. Si trova a 70 km dalla città di Oaxaca. L'acqua ha una temperatura di circa 24 gradi Celsius e ha una cascata alta 30 metri e una di 12 metri. La particolarità dell'acqua è che la sorgente che ha dato origine alle cascate ha dato origine anche alla piscina che funge da centro termale naturale per le sue acque termali.





Islas Marieta

Le Isole Marieta si trovano a 27 km da Nuevo Vallarta, al largo della costa di Nayarit. Sono due piccole isole di un arcipelago formato da due isolotti di origine vulcanica, considerati dall'UNESCO Riserva della Biosfera. La cosa speciale di queste isole è che hanno molta flora e fauna, e hanno una "Spiaggia nascosta", che è l'attrazione principale del luogo, ma per arrivarci bisogna passare attraverso un tunnel roccioso che nuota per circa 45 metri.




Reserva de la Biosfera Mariposa Monarca

Questa riserva è stata riconosciuta dall'UNESCO come patrimonio naturale dell'umanità dal novembre 2000 e si trova nello stato di Michoacán.

Ha foreste di oyamel, pini, querce e cedri, ha 184 specie di vertebrati, di cui 4 sono anfibi, 6 rettili, 118 uccelli e 56 mammiferi. Ciò che è speciale in questa meravigliosa biosfera è la migrazione, il letargo e la zona di riproduzione della farfalla monarca.

Queste farfalle hanno un ciclo vitale impressionante e il loro metabolismo serve a proteggerle dai loro predatori. È stata riconosciuta dall'UNESCO perché protegge i principali siti di ibernazione delle farfalle monarca e perché dispone di servizi ecosistemici che forniscono la cattura del carbonio e la ricarica delle falde acquifere, che influenzano la forte umidità e aiutano la rete fluviale generando microhabitat per la fauna che abita la zona.



10 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti