I Capelli piú importanti in Messico

I cappelli messicani sono un capo iconico del Paese, che ad oggi molti stranieri pensano che in Messico tutti gli abitanti indossino un cappello ogni giorno, questo grazie al cinema messicano che ha fatto sì che i film di fama mondiale percepiscano i messicani con il sombrero charro.

I cappelli fanno parte dell'abbigliamento in modo costante o casuale, sono usati molto per le tradizioni, altri li usano per il lavoro, o per coprirsi dal sole.


In Messico non c'è solo il famoso sombrero charro, ci sono anche altri cappelli tipici messicani che vanno di pari passo con le radici regionali e climatiche del paese, come il calentano, jipijapa, texana, comal, jarocho.


Il cappello Charro di origine Jalisco, prodotto in Messico, è realizzato in feltro di lana 100%, pelo di lepre o paglia di grano e si può trovare in diversi colori con un disegno tradizionale messicano in finitura metallica, argento o oro. È generalmente usato dai charros o dai cavalieri che indossano un costume tradizionale messicano e vanno a cavallo. È il cappello più rappresentativo del Messico.




Il cappello da cowboy è fatto di palma, questo materiale lo rende fresco anche a temperature molto alte e anche quando è esposto al sole. La sua dimensione dovrebbe coprire la testa e ombreggiare le spalle. Di solito ha un sottogola.





La differenza tra il sombrero charro e il sombrero del mariachi è il pachucos con la tesa anteriore completamente piatta o quelli con la tesa posteriore leggermente rialzata, o ce ne sono addirittura alcuni che lo hanno notevolmente rialzato. Include nella coppa due pedradas, quattro tacche. Il cappello mariachi ha una coppa che è due depressioni ai lati e non ha alcuna protezione, qualcosa che ha bisogno del charro perché lo usano come casco.


63 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti