La gastronomia messicana é patrimonio culturale immateriale dellúmanitá dell´UNESCO

Nel 2010 la gastronomia messicana è stata dichiarata Patrimonio Culturale Immateriale dell'Umanità dall'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Educazione, la Scienza e la Cultura. La gastronomia messicana è stata iscritta nella Lista rappresentativa del Patrimonio Culturale Immateriale dell'Umanità perché la cucina tradizionale messicana è un modello culturale che ha antiche attività agricole, rituali, conoscenze pratiche, tecniche culinarie, costumi e modi di comportamento comunitari.


Ciò è stato possibile grazie alla partecipazione della comunità all'intera catena alimentare tradizionale, che va dalla semina e raccolta delle colture alla preparazione culinaria e alla degustazione delle prelibatezze. Gli elementi di base del sistema sono: mais, fagioli e peperoncino. Il Messico ha metodi di coltivazione unici, come la milpa (rotazione del mais e di altre piante) e la chinampa. Ha processi di preparazione culinaria come la nixtamalizzazione, che consiste nell'asportare la buccia del mais con acqua di calce per aumentarne il valore nutritivo, e nelle sue tradizioni ha utensili speciali come metate e mortai di pietra.


Ai prodotti di base si aggiungono ingredienti autoctoni come pomodori di varie varietà, zucche, avocado, cacao e vaniglia; l'arte culinaria messicana è molto elaborata e ricca di simboli, come le tortillas e i tamales consumati quotidianamente.




12 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti