Lingue indigene in Messico

Nel 1999, l'UNESCO ha proclamato il 21 febbraio per commemorare la Giornata internazionale della lingua madre, poiché ci sono circa 7.000 lingue, di cui quasi il 50 per cento in pericolo di estinzione. In Messico ci sono 69 lingue nazionali, di cui 68 sono indigene e l'altra è lo spagnolo, e per questo motivo è tra le prime 10 nazioni con il maggior numero di lingue native, occupando il secondo posto con questa caratteristica in America Latina, il Brasile occupa il primo posto.


Il Messico ha quasi 7 milioni di parlanti di una lingua indigena e più di 25 milioni di messicani si riconoscono come indigeni, la maggior parte dei quali si trova nel sud-est del paese e dove è registrata la più grande popolazione di parlanti di queste lingue. In Messico, circa 860.000 persone parlano la lingua maya, la seconda più parlata nel Paese dopo il Nahuatl.


In Messico si parlano 364 varianti linguistiche, provenienti da 68 gruppi e ci sono 11 famiglie linguistiche, che sono: Alica, Totonaca, Yuto-nauha, Cichimí-nahua, Cmiique Litom (Seri), Oto-mange, Maya, Purépecha (Tarasca), Mixe-zoque, Chontal de Oaxaca e Ombeayüiits (Huave).



60 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti